16 luglio 2007 ore 2:00

Rientravo a casa dopo essere stato fuori con amici… 
Mi sono messo al telefono con te…  eravamo stati quasi puntuali come al solito: “mi raccomando all’una e mezza a casa! Sorriso” (del resto non è mai stato un sacrificio, ma un immenso piacere, e ogni volta nn vedevo l’ora di rientrare a casa, collegarmi, e ritrovarti in chat Amore)..
Mi svestivo nel frattempo… Parlavamo… Ma qualcosa nn quadrava…

“boh, strano! Iron nn s’è ancora nemmeno affacciato…”
“vediamo che combina….”  ed esco fuori in balcone, dove l’avevo lasciato….

Un attimo… 
 
un attimo e la vita può cambiare valore d’improvviso..  e preferisci buttare via la tua, piuttosto che continuare senza la sua…
Tu, Amore, eri tu al telefono con me… Non credo riuscirai mai + a dimenticare le mie urla soffocate di dolore…
In quel momento io mi trovavo a naufragare in un mare nero di neri pensieri, senza nessun’altro appiglio alla vita oltre quel benedetto cellulare all’orecchio…  Il telefono è diventato un battello che mi poteva salvare..  e tu per salvarmi hai dato fondo a tutte le tue forze , tutte proprio tutte, perchè Iron è pure il tuo cucciolo, e anche tu avresti avuto bisogno di un salvagente…  Da piccola esile sdillica donnina, sei diventata il più cazzuto comandante di vascello che abbia mai varcato i mari neri dove annegano tanti disperati…  e ce l’hai fatta!!! Io sono qui a scrivere GRAZIE a te, STRONZA!  In lacrime
Ma un’altra delle cose + importanti che sei riuscita a fare è stato predisporre un piano per rientrare “in porto” col mare in quelle condizioni…  cioè nn solo mi hai fatto ritornare in me..  ma hai pure preparato un piano di “aiuti” per i mesi successivi da parte delle persone che mi stanno + vicine (e magari pensavi che non me ne accorgessi… Sorriso)  tu non solo “coordinavi” questo gruppo, ma facevi e ne dovevi far parte attiva nei prossimi giorni….
Adesso il capitano di vascello si è rotto i coglioni e senza capitano, in porto non ci arriverà mai quella barca sulla quale credevo di essermi salvato.
Non smetterò mai di esserti GRATO per tutto quello che è stato fatto, ma anche per quello che avevi programmato di fare. Io sono SICURO che sei una persona dal Cuore rosso d’oro, mi hai sempre voluto bene. Non c’è mai stata cattiveria nelle tue reazioni, ma solo tanti sani stimoli per farmi maturare e crescere. Sono sempre dalla tua parte, anche quando vado contro me stesso, perchè mi hai sempre dato tanto, mi hai sempre dato tutto, ti sei messa contro il mondo intero pur di vedermi anche per poche ore, ti sei inventata le scuse più incredibili…
 
Avrei voluto avere la possibilità di ricambiare ancora un pò.
Non ho voglia di riciclare quello che dentro il cuore avevo riservato solo per te fin dall’inizio di tutto. 
I fiori e i prati che sono qui per te, pian piano marciranno perchè nn vedranno più nemmeno un raggio di sole…  e allora temo che finalmente potrei diventare la persona dura che forse avrebbe saputo dire o fare qualcosa di più concludente che piangere ogni qual volta ti perdeva.

CIAO capitAnto
Mi manchi, STRONZETTA!

16 luglio 2007 ore 2:00ultima modifica: 2007-08-07T18:40:00+00:00da gio78.ct
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento